Una giornata di mobilitazione mondiale

Decine di migliaia di persone si preparano oggi a scendere in piazza. All’appello “Uniti per un cambiamento mondiale” hanno risposto 951 città in 82 paesi.

Sulle orme del movimento Occupy Wall Street e degli indignados spagnoli oggi il mondo si prepara ad una giornata di mobilitazione generale. E’ difficile farsi un’idea di ciò che succederà oggi vista la scarsa copertura dei media tradizionali. Un buon punto di partenza è quindi il sito web 15october.net. All’interno del portale gli organizzatori delle manifestazioni possono indicare luogo e ora delle loro marce di protesta su una mappa interattiva. Come appena detto, le ultime stime parlano di iniziative in in almeno 951 città per un totale di 82 paesi in tutto il mondo.

Gettando un occhio sul Bel Paese possiamo vedere che da noi sono attese una ventina di manifestazioni, la più importante delle quali si terrà a Roma. Secondo gli organizzatori è previsto l’arrivo di centomila persone. Il corteo partirà da piazza della Repubblica, proseguirà in via Cavour e per i Fori Imperiali raggiungendo infine piazza San Giovanni. Una pagina su Facebook dedicata all’evento ha raccolto per ora circa 21mila iscritti e più di 4mila commenti.

In un precedente articolo sul movimento Occupy Wall Street vi avevo accennato al fatto che il movimento mancasse di una piattaforma programmatica chiara e ben definita. Non è più così. Anche se le dichiarate ragioni della protesta sono molteplici e non sempre coerenti c’è ora un documento che ci offre interessanti spunti sugli obiettivi reali del movimento. E’ l’American People’s New Economic Charter (Apnec) il Nuovo Statuto economico del Popolo americano, redatto in forma digitale dal movimento Occupy Wall Street. Il programma degli occupanti nasce dalla Dichiarazione di Occupazione di New York del 29 settembre 2011 ed è un documento aperto. Ciò significa che chiunque può apportare il proprio contributo secondo quella logica di crowdsourcing tipica, per fare un esempio su tutti, di Wikipedia.

Christian Rocca ha riassunto il progetto politico-economico del movimento in un articoloapparso sul Sole 24 Ore. Tra le varie richieste troviamo l’introduzione della Tobin tax su tutte le transazioni finanziarie, lo stop al nucleare e ai combustibili fossili, lo sviluppo di fonti di energia alternative quali l’eolico, il geotermico e l’idroelettrico, un investimento massiccio di un trilione di dollari in infrastrutture, la democratizzazione delle istituzioni finanziarie internazionali secondo il sistema “un Paese, un voto”, il no deciso alla privatizzazione dell’acqua.

C’è poi un no deciso al porto d’armi, alle pubblicità farmaceutiche, agli spot diretti ai bambini e ai contributi elettorali da parte di associazioni (solo i cittadini possono farlo, al massimo con mille dollari). Si chiede di abrogare la riforma sanitaria di Obama per sostituirla con un sistema pubblico universale. Aumento di fondi alla scuola pubblica e taglio drastico al Pentagono con la sua eliminazione.

La premessa per questi cambiamenti non è l’abbattimento dell’economia di mercato. Nello stesso documento infatti si legge:

[…] non interferiscono con un efficiente funzionamento dell’economia di mercato, dell’allocazione dei capitali e degli incentivi alle innovazioni, alle imprese, investitori e consumatori in modo da garantire un welfare di base e reali opportunità per l’intero popolo americano.

 

Hashtag per seguire l’evento su twitter #globalchange #15O#15oct e #occupy

Fonti e approfondimenti:

Diretta video da Zuccotti Park http://www.livestream.com/globalrevolution
Il Sole 24 Ore – Il manifesto degli indignados di Wall Street
Il Post – Le manifestazioni di oggi nel mondo
Il Fatto Quotidiano – Il programma di Occupy Wall Street
Il Fatto Quotidiano – Indignados, dalla Spagna alla mobilitazione mondiale
Movimento Studentesco – La diretta dall’Italia e dalle capitali di tutto il mondo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...